domenica 21 ottobre 2012

Consolidamento debiti

Consolidamento debiti: cos’è?

Il prestito consolidamento debiti è un metodo finanziario che ha lo scopo di abbassare il totale delle rate mensili che devi pagare. Puoi ottenerlo se hai acceso un mutuo, se ha fatto cessioni del quinto oppure se hai richiesto finanziamenti o prestiti personali.

La condizione essenziale per richiedere finanziamenti per consolidamento debiti è quella che tu debba pagare almeno due rate mensili, le rate possono essere di un mutuo e di uno o più prestiti, oppure due o più finanziamenti, oppure una o più per dei prestiti e una o più per i tuoi finanziamenti; importante è che almeno due rate a qualsiasi titolo siano state contratte.

In base alla tipologia dei debiti da te contratti e che ora fai fatica a risarcire puoi richiedere ed ottenere: mutuo per consolidamento debiti, finanziamenti per consolidamento debiti, prestito di consolidamento debiti, consolidamento debiti cattivi pagatori. La metodica di rendere più pagabili i debiti diminuendone la rata può ovviamente essere applicata anche alla tua azienda e quindi si può ottenere il consolidamento debiti aziendali.

Indipendentemente dalla precisa definizione in termini economico finanziari di consolidamento debiti in base al o ai tipi di rata/e che devi pagare, quello che devi focalizzare è in che cosa consiste questa operazione strategica per il tuo bilancio e per quello della tua famiglia. Di seguito troverai alcuni esempi molto concreti che ti faranno ben vedere come si fa.

Nella pratica concreta il consolidamento debiti consiste una riorganizzazione dei tuoi debiti che ti permette di avere ogni mese più liquidità disponibile e di arrivare con meno acqua alla gola a fine mese. Il consolidamento debiti può essere richiesto anche da cattivi pagatori, cioè da tutte quelle persone che per ragioni diverse non sono più riuscite a pagare per tempo le loro rate mensili, comprese quelle dei mutui per la prima casa.

Consolidamento debiti: come funziona

Per meglio spiegare come funzioni il consolidamento debiti facciamo degli esempi pratici nei quali forse vi rispecchierete:

1) Signor Rossi, 45 anni, lavoratore dipendente da 20 anni, due figli, moglie casalinga, stipendio mensile € 1.500, a fine mese deve pagare:

  • € 150 rata auto
  • € 50 rata apparecchio per i denti del figlio
  • € 400 rata mutuo prima casa
  • € 70 rata auto della moglie

Per un totale rate di € 670, gli rimangono € 830 come disponibilità liquida da poter spendere ogni mese e tra bollette, bolli per l’auto, libri per i figli, cibo, vestiti gli è molto difficile far quadrare i conti ogni mese.

Con la stipula di un finanziamento di consolidamento debiti la situazione sarebbe diversa:

UNICA RATA di consolidamento debiti: € 450

cioè ora al Signor Rossi e alla sua famiglia rimangono € 1050 in contante a fine mese, cioè il totale delle rate è stato abbattuto per un ammontare di € 220 che sono disponibili per la spesa, per le bollette, per i vestiti e per imprevisti ogni mese.

2) Signor Bianchi, 29 anni, operaio specializzato, stipendio € 1.100 sposato da 8 mesi, la moglie lavora in un call center per circa € 550 al mese. Entrate totali mensili della famiglia Bianchi € 1650, devono pagare mensilmente:

  • € 350 rata del mutuo per la prima casa
  • € 200 rata per il viaggio di nozze
  • € 150 rata per acquisto dei mobili
  • € 105 rata per auto di piccola cilindrata

Per un totale di rate mensili di € 805, ai due coniugi rimangono € 845.

Con la stipula del contratto di prestito consolidamento debiti, cioè con la rinegoziazione della loro situazione debitoria, il Signor Bianchi e la moglie devono pagare:

un’ UNICA RATA mensile di € 550

ora hanno a disposizione ogni mese € 255 in più per un totale di entrate mensili di € 1.100, non vivono da ricconi ma possono iniziare a pensare ad allargare la famiglia.

3) Vedovo pensionato, 68 anni, pensione di € 1.250 mensili, casa di proprietà nella quale vive da solo, ha tre figli e 4 nipoti adolescenti, i finanziamenti e prestiti che ha contratto sono stati per aiutare la sua famiglia e ogni mese deve pagare:

  • € 150 per la macchina che il figlio grande usa per il lavoro
  • € 200 per le cure dentarie della figlia
  • € 170 per iscrizione università del nipote più grande
  • € 150 per i mobili per la casa del figlio piccolo che si è sposato da poco
  • € 120 per finanziamento per la nuova attività autonoma di un nipote

Per un totale di rate mensili pari a € 790, gli rimangono disponibili ogni mese € 460 e nonostante la spese la faccia nei discount quando arrivano le bollette è sempre dura far quadrare i conti.

Con il consolidamento debiti ora ogni mese paga solo

un’ UNICA RATA di € 450

e può finalmente fare ai figli e ai nipoti i regali di natale e per il loro compleanno e ogni tanto invitare la famiglia al completo al ristorante la domenica.

Esiste anche il mutuo per consolidamento debiti per liquidità a cui è dedicato un paragrafo. Questo particolare prodotto finanziario serve per abbassare la somma totale delle rate mensili e per avere liquidità immediata in modo da arrivare meno tirati (con più soldi) a fine mese.

Consolidamento debiti: calcolo della rata

Il calcolo della rata per il consolidamento debiti viene fatto prendendo in considerazione l’ammontare dei tuoi debiti residui, la tua capacità di pagamento mensile, le garanzie che offri e di quanti mesi richiedi il prestito per consolidamento debiti.

Come sempre quando si tratta di banche, in particolare di banche italiane, più tu offri garanzie, meno soldi richiedi, più capacità di saldare i debiti hai meno sarà il tasso di interesse richiesto e quindi più bassa sarà la rata. Per questo motivo è consigliabile rivolgersi anche a banche straniere che di solito hanno più facilità a erogare prestiti.

L’ammontare dei tuoi debiti residui è il calcolo dei soldi che devi ancora ai tuoi creditori. Per esempio, se hai acceso un mutuo di € 100.000, 5 anni fa, con una durata di 15 anni e con una rata mensile di € 500 il tuo debito residuo non è di € 100.000 ma di € 70.000 perché hai già pagato 60 rate (5 anni) di € 500 per un totale di € 30.000. Stesso ragionamento viene fatto per ogni prestito (per i mobili o per l’auto per esempio) che hai acceso in passato. Per esempio, se 3 anni fa hai acceso un prestito di € 20.000 per la tua auto della durata di 10 anni (120 mesi) con una rata mensile di € 165 il tuo debito residuo tiene conto delle rate che hai già pagato, cioè è di € 14.060.

Per semplicità questi calcoli tengono conto dell’ammontare degli interessi passivi quindi è plausibile che vanno ad aumentare il capitare residuo da saldare. Per sapere esattamente a quanto ammonta in capitale netto che dovete saldare escludendo gli interessi passivi chiedete alla banca o alla finanziaria che vi ha concesso il prestito o il finanziamento.

La tua capacità di pagamento mensile tiene in considerazione tutte le entrate mensili della tua famiglia, o meglio del nucleo familiare, cioè di tutte le persone che abitano nella stessa casa e che risultano dal certificato di famiglia che viene rilasciato dal tuo Comune di residenza. Si dovranno quindi sommare il tuo stipendio, quello di tua moglie e la pensione di tuo papà per esempio. Nella maggior parte dei casi si calcola il quinto di questa cifra (quinto dello stipendio) o un terzo della cifra, e si ha l’ammontare massimo della rata che sei in grado di pagare mensilmente. Se il totale delle tue entrate familiari è elevato per esempio di € 3000 al mese l’ammontare della rata è di € 600 ma può essere aumentata perché i € 2400 euro rimanenti sono molto oltre la soglia di povertà oltre la quale non si può andare.

In base a tutti questi fattori verrà calcolata la tua rata mensile per il consolidamento debiti.

Puoi scoprire le condizioni del prestito o finanziamento per consolidamento debiti semplicemente richiedendo un preventivo on line gratuito e senza alcun impegno da parte tua. Queste pagine ti permettono inoltre di confrontare le condizioni applicate (ammontare della rata, tassi di interesse tan e taeg, tempi di restituzione) da vari istituti di credito in modo che tu possa scegliere la proposta migliore per te.

Puoi richiedere un preventivo anche se sei un cattivo pagatore o se hai un mutuo in corso (mutuo consolidamento debiti). Ti consigliamo di richiedere più preventivi possibile, ci metterai solo pochi minuti, perché questo ti permetterà di valutare le differenti condizioni e di scegliere con calma e senza errore la proposta bancaria che meglio ti aiuterà ad arrivare con meno affanno a fine mese.

Nelle varie pagine di questo sito, oltre a preventivi gratuiti per consolidamento debiti, troverai molti link di approfondimento sulla legislazione economico finanziaria in materia di prestiti, mutui e finanziamenti: conoscere e approfondire ti permetterà di organizzare al meglio il bilancio della tua famiglia!

Risparmia richiedendo il preventivo online! Potrai confrontare la rata, i tassi di interesse (tan e taeg), durata e tutte le condizioni applicate dai vari istituti di credito.

Puoi richiedere tramite queste pagine preventivi per prestiti e finanziamenti consolidamento debiti e mutui di consolidamento. Tutti questi prodotti finanziari sono disponibili in molti casi anche per cattivi pagatori segnalati al crif (consolidamento debiti cattivi pagatori).